Most Popular


Chiara Arrighi, da Playboy al prossimo film di Virz
Laureanda al Dams, Chiara sar nel prossimo film di Paolo Virz, "La pazza gioia". ...





Napoli, quindicenne aggredito da una baby gang

Rated: , 0 Comments
Total hits: 6
Posted on: 01/13/18
Gravissimo episodio di violenza a Chiaiano, quartiere a Nord di Napoli. Un ragazzino di 15 anni stato aggredito da un branco di circa quindici ragazzi, all'esterno della stazione della metropolitana. Il pestaggio avvenuto intorno alle 18.30 di ieri, mentre con due cugini stava per andare al Vomero. Calci e pugni gli hanno spappolato la milza. Il ragazzo ora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale San Giuliano di Giugliano, dove i genitori l'hanno accompagnato.Sul posto dell'aggressione la polizia ha cercato eventuali testimoni, senza riuscire a trovarli. Dopo il pestaggio, pare scoppiata per futili motivi, il 15enne riuscito a tornare a casa sua a Melito, in preda a dolori lancianti e livido in volto. Lo zio ha accompagnato il ragazzo all'ospedale, dove gli stata asportata la milza.La mamma del ragazzo rivolge un appello: "Chi ha visto qualcosa che pu servire alla forze dell'ordine ci aiuti e sporga denuncia. Si deve fare giustizia, queste cose non possono e non devono accadere. A mio figlio andata bene ma poteva andare peggio". La donna racconta che suo figlio stava aspettando il pullman davanti alla metro di Chiaiano, quando un gruppo di ragazzi arrivato e gli ha cominciato a chiedere di dove fosse. "Mio figlio non ha risposto, non d confidenza a estranei, e forse il suo non rispondere ha fatto scaturire in loro qualcosa, e l'hanno malmenato".La madre del 15enne ha ricordato il caso di Arturo, il 17enne accoltellato in via Foria lo scorso 18 dicembre: "Non possibile che episodi del genere si ripetano, quando finir questa violenza' Prima toccato ad Arturo, ora a mio figlio, poi sar il turno di chi' Non siamo tutelati, questa storia deve finire".Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, parla di violenza assurda e immotivata. E denuncia: "Anche questa volta nessuno ci ha chiamato per raccontarci quanto successo". Le indagini vanno avanti. Forse da qualche immagine ripresa dalle videocamere di sorveglianza potrebbe emergere qualche dettaglio utile a orientare le indagini e identificare (almeno si spera) la banda di giovani criminali.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?